Rimaniamo in Corea con questo film, interessante, vivace, particolare.
Un concerto rock a Pyongyang, il primo nella storia. E questo film lo racconta, lo fa diventare davvero evento, e poi simbolo, metafora, storia.
Il gruppo musicale Laibach è, a sua volta, particolare. Cresciuto in quella che era la Jugoslavia, è poi diventato sloveno, restringendo e spezzettando i suoi confini, com’è stato destino dell’intero Paese.
Prendetevi un po’ di tempo per leggere storia, caratteristiche, polemiche su questo gruppo. Non anticipiamo niente, se non che nella loro poetica o ideologia fanno riferimento addirittura a Zizek.
Torniamo al film.
È ben fatto, gradevole a vedersi, inquietante in giusta misura, improbabile, musicale, energetico, cupo, incongruo, reale. Toglie molti veli a un Paese e a un regime lontani, nella geografia e nella storia.
E ci fa scoprire, come solo l’arte sa fare, molte cose anche di noi stessi.
Le ricette? Proponiamo una seconda ricetta coreana (dopo i biscotti di castagne dell’ultimo post), insieme a un dolce sloveno.
Sono ricette tradizionali e serene, almeno in apparenza. A ognuno di noi la scelta se collocarle in continuità o in opposizione ai temi del film.
Potremmo andare avanti, con una più ampia varietà di gusti, proponendo anche torte dal nord Europa. Perché regia e produzione sono norvegese/lettone. Ma rinviamo questi sapori a una delle prossime volte.

Liberation day (mymovies.it)

Liberation day

Dalla Slovenia all’industrial pop (repubblica.it)

Laibach Spectre (ondarock.it)

Torta di riso coreana agli agrumi e alla cannella
Ingredienti:
200 g di riso
750 ml di latte
170 g di zucchero
4 uova
70 g di burro
2 stecche di cannella
Mezzo cucchiaino di cannella in polvere
1 limone biologico
1 arancia biologica
50 g di pinoli
Rum
50 g di uvetta
Procedimento
Mettere l’uvetta in ammollo in un po’ di rum e accendere il forno a 180° C. Mettere il latte in un pentolino, unendo lo zucchero e le stecche di cannella. Appena il latte bollirà, aggiungere il riso ed estrarre le stecche di cannella.
Fare bollire il riso finché non avrà assorbito tutto il latte, aggiungere le scorze grattugiate dell’arancia e del limone e mescolare per far insaporire il riso con queste essenze, poi versarlo in un contenitore ampio, in modo da farlo raffreddare. Sbattere le uova in una piccola ciotola e aggiungere tutti gli altri ingredienti, esclusi i pinoli (lasciare da parte una manciata di zucchero). Aggiungere, infine, anche il riso raffreddato e mescolarlo bene con gli altri ingredienti. Versare il composto in una teglia imburrata e coperta con del pangrattato. Coprire la superficie della torta di riso con lo zucchero rimasto e con i pinoli e infornare a 180° C per circa un’ora. Quando la torta sarà fredda, staccarla dai bordi con l’aiuto di un coltello, adagiare su un piatto e servire.

Potica
Ingredienti:
5 tazze di farina
2 cucchiai di zucchero
4 tuorli d’uovo
1 tazza e 1/2 di latte
30 g di lievito di birra fresco
120 g di burro
1 tazza di miele
1 tazza e 1/2 di uva passa
1 tazza e 1/2 di noci tritate
1 cucchiaio di cannella
Procedimento
Sciogliere il lievito spezzettato, 1 cucchiaino di zucchero e 3 cucchiai di farina in un po’ di latte tiepido. Mescolare bene e lasciare riposare in luogo caldo, per almeno mezz’ora.
In un recipiente grande mescolare 60 g di burro con lo zucchero rimasto. Inserire i tuorli d’uovo uno alla volta, sbattendo bene dopo ogni inserimento. Aggiungere la miscela di lievito, il latte rimanente e, poca alla volta, la farina, continuando a mescolare bene. Lavorare l’impasto, a mano (o con un’impastatrice) su una superficie leggermente infarinata, finché diventerà liscio ed elastico. Posizionare l’impasto in una ciotola, coprire con un panno umido, e lasciare lievitare in un luogo tiepido e umido per circa 1 ora.
Su una superficie leggermente infarinata, dividere l’impasto in due parti uguali e stenderlo fino a uno spessore di circa mezzo centimetro. Spalmare con burro fuso, miele, uva passa, noci e cannella. Rotolare entrambe le parti e pizzicare le estremità. Posizionare il lato della chiusura verso il basso, su una teglia predisposta. Lasciare lievitare ancora mezz’ora.
Cuocere in forno preriscaldato a 175° C per circa 60 minuti o finché la parte superiore non diventerà di colore marrone dorato.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...